Chi siamo

assistenza domiciliare anziani e disabili Terni
La R.I.C.S. è una rete di imprese e cooperative sociali costituita da poco e creata da 
persone che operano nel settore socio-sanitario da più di 20 anni in Umbria.
Esperti dell'assistenza sanitaria e dei servizi assistenziali, che si sono uniti con lo scopo di portare la propria esperienza e professionalità presso centri urbani come Terni, Todi, Spoleto, Viterbo e Roma.

La rete opera mediante il supporto e l'assistenza domiciliare ai malati e alle loro famiglie, con l'ausilio di badanti o di personale infermieristico specializzato.
Inoltre, tramite la creazione di strutture adibite all'accoglienza a persone autosufficienti e non più autosufficienti.

Gli operatori della cooperativa sono selezionati in base ad un'elevata professionalità nel proprio ambito di intervento, sulla base di criteri di qualità e preparazione, caratteristiche fondamentali per poter fornire servizi di alto livello e soddisfacimento di esigenze così delicate come quelle socio-sanitarie.
Tutte le risorse vengono selezionate continuamente, per avere a disposizione sempre gli operatori necessari che servono a erogare il servizio nel tempo e nel modo ottimale.

Le attività di assistenza e servizi sociali

La Cooperativa Sociale Nuova Sanitaria è una cooperativa sociale di tipo A, che progetta e gestisce servizi sociali, servizi assistenziali, educativi, socio-sanitari e di animazione, finalizzati a prevenire e contenere i rischi e gli effetti dell’esclusione e del disagio sociale di alcune categorie, promuovendo la crescita della comunità locale.

La Direzione della Cooperativa è composta da un Presidente – Vice presidente e da un consigliere.
Nata da una iniziativa di un gruppo di giovani residenti in Umbria, nel tempo la cooperativa si è contraddistinta attraverso una costante crescita professionale dei suoi operatori, nella gestione di servizi socio assistenziali, rivolti ad una pluralità di soggetti "deboli".

L’interesse generale della comunità è quello di favorire l’integrazione sociale attraverso la cura delle persone escluse dalla vita economica e la realizzazione di percorsi di accoglienza e inserimento nelle  comunità locali, secondo i seguenti principi costitutivi della cooperazione sociale:

  • proprietà sociale: i lavoratori sono prevalentemente soci della cooperativa
  • mutualità prevalente: l’attività economica è in prevalenza a favore dei soci, presenti e futuri
  • struttura societaria partecipativa e democratica: i soci hanno eguale diritto nell’esercizio del governo dell’impresa attraverso il voto capitario
  • promozione cooperativa: promuove i valori della cooperazione tra i cittadini.

Attualmente la  Cooperativa Nuova Sanitaria è composta dalla presenza di circa 200 operatori tra soci e dipendenti, che gestiscono diverse attività.

  • Assistenza Domiciliare attiva in circa 30 Comuni nelle Province Terni, Viterbo, Roma e Perugia.
  • Gestione in appalto di 1 Comunità Alloggio per adulti disabili
  • Gestione in appalto di 1 Residenza Servita per adulti autosufficienti e anziani, di proprietà di una rete di imprese e cooperative di cui fa parte anche la Cooperativa Nuova Sanitaria - autosufficienti per i quali viene garantita un’assistenza socio-assistenziale-sanitaria h24 per la soddisfazione di tutti i bisogni che la persona (aiuto nell’igiene personale, nella vestizione, nella mobilizzazione, nella somministrazione della terapia farmacologica, nella somministrazione dei pasti).
  • Servizio di animazione, educativo per stimolare la creatività, l’impegno, la collaborazione degli anziani nelle attività realizzate dall’animatore e dall’educatore.

Progetto Cohousing

casa riposo anziani Roma
Si tratta di un progetto a lungo termine, per creare una struttura che accolga persone anziane autosufficienti o parzialmente autosufficienti residenti nel territorio che vivono sole, indigenti, in condizione di fragilità o disagio di tipo socio-economico e familiare.
Le quali, anche in forma transitoria, necessitano di una immediata ed efficace risposta per il problema dell'abitazione.

La cooperativa desidera creare le premesse organizzative e strutturali perché questa residenza di cohousing (coabitazione), diventi un luogo centrale della vita della comunità, garantendo comunicazione tra la struttura e l’esterno, in modo rispettoso dei residenti senza lasciarli isolati, rendendola un luogo di socializzazione anche mediante servizi per gli esterni. 

Creando situazioni di scambio e comunicazione, facilitando le iniziative individuali dei residenti, si semplifica il contatto con il territorio e le sue forme di aggregazione - sviluppando la possibilità che sorgano o si mantengano le  relazioni sociali, anche attraverso il supporto dell’ambiente comunitario della residenza.

In queste strutture di residenza per anziani è prevista la presenza di figure professionali specializzate nel fornire supporto all’autonomia individuale degli ospiti, per prestazioni socio-assistenziali e di assistenza familiare: infermieri, medici specializzati e psicologi.
Sarà presente anche del personale dedicato alle attività di animazione e socializzazione mediante iniziative sociali, culturali e ricreative che contribuiranno ad incrementare e mantenere i livelli di autonomia, contrastando i processi involutivi della terza età, come attività di laboratorio o la partecipazione ed organizzazione di eventi.

Durante le ore diurne, la struttura potrà accogliere anche altri utenti, per attività finalizzate all’interazione ed all’integrazione sociale.

Un tale luogo di condivisione permette di accantonare l’immagine stereotipata della residenza sanitaria assistenziale come ultima spiaggia (il vecchio ospizio, casa di riposo o ricovero). Al contrario, promuove, tramite una comunicazione attenta ed intelligente, una visione sociale della struttura come luogo delle opportunità per coloro che hanno limitazioni permanenti derivanti da condizioni di disagio.
Inoltre, coinvolge in azioni di volontariato e di servizio le differenti fasce generazionali, in modo da abbattere le barriere ed i pregiudizi relazionali nei confronti degli anziani, migliorando e rafforzando anche la loro immagine personale nella comunità. 

Seguici su Facebook

Torna su